Dark Web il lato oscuro di Internet


Sapete che il 4% del web e’ quello conosciuto , il resto e’ Dark Web ma cosa e’?

Pensiamo che il 4% e’ l’internet che conosciamo tutti ,quello delle informazioni che cerchiamo comunemente su Google, Yahoo, Bing ed altro ,tutte quelle pagine web che vediamo in bella vista , e gia’ ci sembra un mondo immenso e profondo.

Il resto , quel 96% e’ il Dark Web un universo composto da quelle pagine che i motori di ricerca non trovano ,
I vari motori di ricerca servono a poco il Dark Web è un sottoinsieme, la parte più profonda, quasi impossibile da esplorare li’ troviamo dati , la rete Tor una rete anonima creata da nodi che mascherano cosa andate a visitare, cosa leggete, quanto scaricate.

video trailer ufficiale

Nel Dark web si compra si trova e si vende di tutto. Non sta a noi nel blog che stai leggendo affermare di una miriade di prodotti inseriti nel mercato nero ,armi , droghe , dati conti bancari nascosti , binari per conversazioni segrete ed altro .

Immergersi in questo mondo puo’ affascinare ma come ben capite puo’ essere altrettanto pericoloso . Ai fini di transazioni bancarie ed altro , ma questo forse a noi comuni mortali . Attenzione il Dark Web non ha niente di illegale anzi . Solo che tutte quelle tutele che abbiamo nel comprare su Amazon o Ebay li’ non esitono .

Ai fini di informazione molte volte questa parte nascosta del web .Ha avuto per chi e’ in grado di utilizzarlo per scopi benefici una vitale importanza. Come ad esempio far trapelare informazioni importanti ad esempio nei paesi dove insorgono guerre civili e lo stato impone il blocco dell’ informazione .

In conclusione noi della redazione di generazioneonline pensiamo che più’ questi spazi restano nascosti . Maggiore e’ il rischio che chi fa affari sporchi su questo canale , e parliamo di centinaia di miliardi , resterà’ indisturbato , anche i migliori dei controlli che sicuramente vengono effettuati tramite parole chiave ed incrociati .Non pensiamo riescano a sorvegliare l’intero sistema.


Tag:,

Write a Reply or Comment:

Back to top